News ed Eventi

[23.01.2017] - Percorso per genitori “nuovi adolescenti, nuove normalità e nuovi modi di soffrire”

Presentato questa mattina in Municipio il ciclo di cinque appuntamenti rivolto a genitori alle prese con il difficile ruolo educativo di giovani ed adolescenti. All’incontro erano presenti il vicesindaco, Gianfranco Giovine, l’assessore al sociale, Sandra Piva e don Alberto Piasentin, vicario della parrocchia Castelfranco Duomo.

«Un progetto di notevole portata – ha dichiarato il Vicesindaco – perché andiamo a toccare il mondo giovanile. Questi incontri permetteranno di approfondire varie tematiche dando al contempo utili strumenti ai genitori.»

Da qualche anno ormai la Città di Castelfranco offre ai genitori dei ragazzi un ciclo di incontri formativi su temi quanto mai attuali dal punto di vista educativo. Tutto questo è reso possibile grazie al lavoro sincronico tra le parrocchie della Collaborazione Pastorale (Duomo, Pieve, Salvarosa, Postumia, Villarazzo), il Comune di Castelfranco che sostiene l’iniziativa anche con un contributo economico e l’Ulss 2 Regione del Veneto che esprime il suo patrocinio.

«Come Assessorato – ha spiegato l’assessore Piva - siamo impegnati nel sostenere vari progetti di prevenzione relativi ai nostri giovani. La prevenzione è necessaria soprattutto nell’età giovanile adolescenziale perché è una forma di investimento per il benessere futuro, dei ragazzi e della Società. Come Comune sosteniamo questo progetto a favore dei giovani e delle famiglie perché è da lì che bisogna partire. Le famiglie vanno riprese e supportate sotto tutti i punti di vista come con questa serie di incontri su precise tematiche».

Il  grande  successo  e  l’ampio  apprezzamento  si  deve  soprattutto  alla  competenza  dei professionisti  del  “Minotauro”,  cooperativa  sociale  di  Milano  che  fa  capo  allo psichiatra Gustavo Pietropolli Charmet, che curano la proposta. Il filo conduttore del ciclo proposto quest’anno è incentrato su: “NUOVI ADOLESCENTI. NUOVE NORMALITA’ E NUOVI MODI DI SOFFRIRE”. L’obiettivo degli organizzatori non è certo quello di risolvere sbrigativamente la questione pedagogica in ordine ai giovanissimi, ma piuttosto di tenere vivi e aperti alcuni spazi di riflessione sulla fase delicata dell’adolescenza. Saranno tematizzati diversi aspetti generazionali per capire da dove derivano le “nuove normalità” dei ragazzi e di conseguenza scorgere, senza spaventarsi, le loro forme attuali di sofferenza per poterle affrontare al meglio.

Il calendario delle serate, con i temi e i relativi ospiti, è il seguente:

Gli incontri si terranno presso il “Centro Bordignon” in via Bassano, 16 con inizio alle ore 20:45 ed ingresso gratuito.