News ed Eventi

[25.10.2016] - lunedì 31 ottobre, giornata nazionale del Trekkig Urbano

L’Amministrazione comunale ha aderito alla 13ª edizione della Giornata Nazionale Trekking urbano in programma lunedì 31 ottobre. Il Trekking Urbano è un’attività che coniuga sport, arte, gusto e voglia di scoprire gli angoli più nascosti e curiosi delle città, attraverso itinerari caratterizzati da forti dislivelli del suolo e da scalinate. Si tratta di una forma di turismo “vagabonding”, libera e ricca di sorprese, adatta a tutte le età, senza un particolare allenamento preventivo.

53 le Città partecipanti alla proposta dedicata quest’anno al Giubileo promossa dall’assessorato al Turismo del Comune di Siena ed inserite nel calendario nazionale. Tra queste anche la stessa Città del Giorgione. Ed al celebre pittore è intitolato l’itinerario: “Girovagando nella terra del Giorgione – Un percorso inedito tra storia e spiritualità”.

Per l’occasione l’Assessorato alla Cultura con la fattiva collaborazione della Pro Loco cittadina, ha studiato un percorso di 5 km. con partenza da Piazza San Liberale di fronte al Duomo. La partenza delle visite è fissata nel doppio turno delle ore 15 e 16 con un massimo di 30 partecipanti per turno. Un tracciato pianeggiante da percorrere in circa due ore tra natura e storia aperto a quanti amano muoversi all’aria aperta e scoprire angoli spesso nascosti del territorio.

«L’evento – ha introdotto durante la presentazione odierna il vicesindaco, Gianfranco Giovine - ha una valenza nazionale. È infatti per la prima volta che viene ospitato a Castelfranco. Se si utilizza il movimento di libertà che dà la camminata e lo si unisce alla visione culturale che offre la Città credo questo sia un connubio straordinario che il Territorio merita».

Questa la descrizione del percorso pubblicata sul sito nazionale consultabile all’indirizzo trekkingurbano.info: “L’elemento che più caratterizza Castelfranco Veneto è il castello, che racchiude il centro storico circondandolo con le rosse mura merlate. Coronata dalla Torre dell’Orologio, la fortezza custodisce, come un prezioso scrigno, il cuore della città, ricco di storia e sempre animato da eventi e iniziative. Il percorso parte proprio da qui, dall’imponente architettura neoclassica del Duomo di Castelfranco Veneto, dove è conservata l’enigmatica Pala del Giorgione, capolavoro dello straordinario artista del rinascimento veneto che tradizione vuole avesse dimora nel vicino palazzo, oggi Museo Casa Giorgione. Castelfranco è anche città d’acqua e storicamente ha utilizzato questo elemento sia per difesa che come motore alle proprie attività, agricole prima e industriali poi. Uscendo da Porta Cittadella, la passeggiata si snoda lungo il corso del fiume Muson che ci accompagna fino al quartiere di San Giorgio, dove si trova l’omonima Chiesa, la più antica di Castelfranco, precedente l’edificazione della città stessa e da cui è possibile ammirare scorci di paesaggio rurale. Attraverso strade antiche e moderne, mulini e passaggi ferrati che raccontano di una città in evoluzione, si rientra verso il centro urbano, incontrando altri significativi luoghi di culto, la chiesa di Santa Maria della Pieve e di San Giacomo, che scandiscono la storia e la vita quotidiana di Castelfranco. Rinomata anche per i suoi prodotti gastronomici, Castelfranco vanta la coltivazione di una particolare varietà di radicchio, definito “la rosa che si mangia” e l’invenzione della deliziosa “fregolotta”, dolce tradizionale.”

«Questo evento – ha spiegato l’assessore alla cultura, Mariagrazia Lizza – ci mette in relazione a livello nazionale il tutto con poche risorse grazie alla collaborazione iniziata lo scorso anno con la Provincia di Treviso. Per noi questa è un’opportunità perché riusciamo a far conoscere la Città in un altro modo. Una camminata culturale dedicata al Giubileo e quindi alla spiritualità».

Un ringraziamento poi è andato alla Pro Loco primo partner di questo evento. Il costo di partecipazione è fissato in 5 euro comprensivo di guida, ristoro finale ed ingresso al Museo. Info ed iscrizioni in Pro Loco.