Servizi

I.M.U. - Imposta municipale Propria


ACCONTO I.M.U. 2017 da versare entro 16/06/2017

clicca qui per calcolare l'imposta

AVVERTENZE PER IL CALCOLO

- ABITAZIONE PRINCIPALE: NON SI DEVE CALCOLARE L'IMPOSTA SULL'ABITAZIONE PRINCIPALE E RELATIVE PERTINENZE ECCETTO QUELLE DI CATEGORIA A1/A8/A9;
- TERRENI AGRICOLI: NON SI DEVE INSERIRE IL FLAG SUL CAMPO "CONDUZIONE DIRETTA" ALTRIMENTI IL CALCOLO DELL'IMPOSTA DOVUTA RISULTA ERRATO;

Per calcolare l'IMU è necessario conoscere la rendita catastale dei fabbricati posseduti e in pochi passaggi è possibile ottenere il conteggio e la stampa del Modello F24 necessario per il versamento.

Per verificare la correttezza della rendita degli immobili posseduti è inoltre possibile, conoscendo i riferimenti catastali di ciascun immobile (sezione, foglio, mappale, subalterno) ricavabili dagli atti di acquisto (successioni, donazioni, compravendite), effettuare una visura presso il sito dell'agenzia del territorio.


Si consiglia di stampare la situazione patrimoniale su cui sono stati fatti i conteggi archiviandola con la quietanza di pagamento.

Descrizione

IMU - IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA: Procedimento diretto ad analizzare le situazioni dei contribuenti verificandone le proprietà immobiliari e gli eventuali diritti reali e/o agevolazioni , riduzioni, esenzioni. Bonifica della situzione dichiarata fivalizzata al corretto assolvimento dell'imposta, elaborazione del pagamento

Aliquote

Aliquote 2017 - Delibera del Consiglio comunale n. 22 del 30/03/2017
(Per l'anno 2017 sono state confermate le stesse Aliquote e detrazioni stabilite nel 2016)

3,50 ‰
per mille

Abitazione principale (Categ. A1, A8, A9) e relative pertinenze (Categ. C2, C6, C7)

Per abitazione principale si intende l’immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, nel quale il possessore e il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente. Nel caso in cui i componenti del nucleo familiare abbiano stabilito la dimora abituale e la residenza anagrafica in immobili diversi situati nel territorio comunale, le agevolazioni per l’abitazione principale e per le relative pertinenze in relazione al nucleo familiare si applicano per un solo immobile.
Per pertinenze dell’abitazione principale si intendono esclusivamente quelle classificate nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, nella misura massima di un’unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate, anche se iscritte in catasto unitamente all’unità ad uso abitativo.

€ 200,00

Detrazione per abitazione principale

Dall’imposta dovuta per l’unità immobiliare adibita ad abitazione principale del soggetto passivo e per le relative pertinenze, si detraggono, fino a concorrenza del suo ammontare, €.200,00 rapportati al periodo dell’anno durante il quale si protrae tale destinazione; se l’unità immobiliare è adibita ad abitazione principale da più soggetti passivi, la detrazione spetta a ciascuno di essi proporzionalmente alla quota per la quale la destinazione medesima si verifica.

4,60 ‰
per mille

ABITAZIONI E RELATIVE PERTINENZE DATE IN USO GRATUITO A PARENTI IN LIEA RETTA FINO AL PRIMO GRADO
alle seguenti condizioni a pena dell’inapplicabilità dell’aliquota agevolata:
- il possessore deve dimorare abitualmente e risiedere anagraficamente con autonomo nucleo familiare presso l’immobile;
- il proprietario deve dichiarare su apposito modulo predisposto dall’ufficio tributi di avvalersi dell’aliquota agevolata entro i termini ordinari di presentazione della dichiarazione IMU (per modello vedere sotto)
- per pertinenze si intendono esclusivamente quelle classificate nelle categorie C/2, C/6 e C/7, nella misura massima di un'unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate, anche se iscritte in catasto unitamente all'unità ad uso abitativo; 

4,60 ‰
per mille

+
Ulteriore abbattimento  50%

 

ABITAZIONI E RELATIVE PERTINENZE CONCESSE IN COMODATO A PARENTI IN LINEA RETTA FINO AL PRIMO GRADO
L'art. 1 comma 10 della L.208/2015  ha introdotto a partire dal 2016 un ulteriore abattimento del 50% della base imponibile  per le unità immobiliari concesse in comodato alle seguenti condizioni:
-Che il contratto sia registrato  presso l'Agenzia delle Entrate;
-Che l’abitazione e relative pertinenze  non rientrino fra le Abitazioni di Cat. A/1, A/8 e A/9;
-Che i predetti immobili siano utilizzati come abitazione principale da parenti in linea retta entro il primo grado del contribuente e degli eventuali comproprietari;
-Che il COMODANTE possieda un solo immobile in Italia e risieda anagraficamente e dimori abitualmente nello stesso comune in cui è situato l’immobile concesso in comodato;
-Che il COMODANTE possieda nello stesso comune un altro immobile (che non rientra fra le Abitazioni di Cat. A/1, A/8 e A/9) adibito a propria abitazione principale;
Ai fini dell'applicazione della predetta riduzione il contribuente deve attestare il possesso dei requisiti tramite apposito modello di dichiarazione (vedi sotto)

 4,60 ‰
per mille

Alloggi regolarmente assegnati dagli Istituti Autonomi case popolari con patto di futura vendita e riscatto

10,60 ‰
per mille


Abitazioni e relative pertinenze diverse dall'abitazione principale

L'art. 1 comma 53 della L.208/2015 ha introdotto a patire dal 2016 una riduzione dell’imposta del 25 per cento per gli immobili locati a canone concordato di cui alla legge 9 dicembre 1998, n. 431 articolo 2 comma 3. Deve essere presentata apposita dichiarazione allegando il contratto di locazione. 

7,60 ‰
per mille

Altri Immobili (Terreni agricoli, aree edificabili, negozi, uffici, Cat. D ecc.)

INFORMATIVA IMU 2016

Per INFORMAZIONI più dettagliate su scadenze e modalità di versamento scaricare l'informativa sotto riportata

 mimetype  TESTO INORMATIVA IMU ANNO 2017

REGOLAMENTO
IUC

Con delibera del Consiglio Comunale n. 54 del 25 Luglio 2014 è stato approvato il Regolamento per la disciplina dell’imposta unica comunale (IUC) che si compone dell’IMU, della TASI e della TARI



DICHIARAZIONE
IMU

Con decreto del Ministero Economia e Finanze del 30/10/2012 è stato approvato il MODELLO DI DICHIARAZIONE IMU.
Per quanto riguarda gli immobili per i quali l'obbligo dichiarativo è sorto dal 1 GENNAIO 2016, resta fissato al 30 GIUGNO 2017 il termine per la presentazione della dichiarazione.
Si invita a consultare le ISTRUZIONI AL MODELLO per verificare in quali casi si deve presentare la dichiarazione IMU.

 
 

DICHIARAZIONE USO GRATUITO 

 DICHIARAZIONE IMU  PER USO GRATUITO/COMODATO A PARENTI DI PRIMO GRADO

AREE EDIFICABLI

Con delibera della Giunta Comunale n. 291 del 26/11/2015 sono stati approvati i NUOVI VALORI delle aree fabbricabili ai fini dell'IMU per l'anno 2015

  mimetype TABELLA VALORI DA 2015   

Come si paga

Rimborsi

Ufficio di competenza

UFFICIO TRIBUTI
VIA FM PRETI 36 31033 CASTELFRANCO VENETO TV

tel 0423/735565
fax 0423/735579
e-mail tributi@comune.castelfrancoveneto.tv.it
pec comune Castelfrancoveneto.tv@pecveneto.it

Vai all'ufficio ›