Servizi

Avvisi anno 2007

Avviso ed elenco n. 2 loculi scaduti nel 1° semestre anno 2006 secondo i documenti allegati

iconAvviso_n_2_primo_semestre_2006.pdf 63.94 KB | iconElenco_n_2_primo_semestre_2006.pdf 50.42 KB 

 

Avviso ed elenco n.1 loculi scaduti nel 2° semestre dell'anno 2006 secondo i documenti allegati

iconAvviso_n_1_secondo_semestre_2006.pdf 50.02 KB | iconElenco_n_1_secondo_semestre_2006.pdf 65.41 KB

 

 Avviso ed elenco n. 1 dei loculi scaduti nell'anno 2007 secondo i documenti allegati

iconAvviso_n_1_anno_2007.pdf 50.02 KB | iconElenco_n_1_anno_2007.pdf 49.24 KB

 

SETTORE ECONOMICO - FINANZIARIO SEZIONE ECONOMATO - PROVVEDITORATO

Prot. 41120/15.11.2007

AVVISO PER LA SELEZIONE DI COOPERATIVE SOCIALI DI TIPO B) A CUI AFFIDARE IL SERVIZIO DI PULIZIA STABILI COMUNALI PER IL PERIODO 1/1/2008-31/12/2008

In esecuzione della deliberazione della Giunta Comunale n.223 del 31/10/2007 avente per oggetto “Servizio di pulizie stabili comunali “indirizzi per l’affidamento del servizio”

IL COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO

Visto che l’art. 5 della Legge 8/11/1991, n. 381, e successive modifiche ed integrazioni, prevede la possibilità per gli Enti pubblici, anche in deroga alla disciplina in materia di contratti della pubblica amministrazione, di stipulare convenzioni con le cooperative sociali che svolgono attività di cui all’art. 1 comma 1, lett. b), della legge medesima per la fornitura di beni e servizi diversi da quelli socio-sanitari ed educativi il cui importo stimato al netto di IVA sia inferiore agli importi stabiliti dalle direttive comunitarie in materia di appalti pubblici;

Ricordato che l’art. 1 della legge 8/11/19991, n. 381, afferma che le Cooperative Sociali hanno lo scopo di perseguire l’interesse generale della comunità alla promozione umana e all’integrazione sociale dei cittadini e che per tale motivo possano stipulare convenzioni con enti pubblici, anche in deroga alla disciplina dei contratti, per la fornitura di beni e servizi diversi da quelli socio-sanitari ed educativi, purché finalizzati a creare opportunità di lavoro per le persone svantaggiate così come definite dalla stessa legge;

Preso atto della L.R. 5/7/1994, n. 24, di attuazione dei principi di cui alla succitata L. n. 381/91, che, agli art. 14 e 16, definisce in particolare i seguenti criteri preferenziali nella scelta del contraente:
a) legami con l’ambito territoriale di competenza dell’ente affidante i servizi;
b) ininterrotta iscrizione all’albo regionale di cui all’art. 5 L.R. 24/94;
c)rapporti qualità-costo del progetto del servizio;
d) requisiti e condizioni qualitative dell’organismo;

Preso atto, altresì, che con deliberazione n. 4517 del 16/12/1997 la Giunta Regionale ha determinato nell’allegato 1 gli elementi oggettivi per l’individuazione dell’affidatario, nonché i criteri preferenziali della stipula delle convenzioni;

Considerata la circolare della Regione Veneto n. 3 del 30/03/2005, avente per oggetto “Indirizzi per l’utilizzo del convenzionamento diretto delle cooperative sociali ai sensi dell’art. 5 della legge 8.11.1991, n. 381”;

Considerato che il Piano di Zona è lo strumento primario di attuazione della rete dei servizi sociali e che la Legge n. 328/2000 prevede la programmazione territoriale dei servizi in coordinamento tra istituzioni pubbliche e private, tramite la co-progettazione del Piano di Zona;

Visto che il Piano di Zona della ULSS n. 8 approvato il 23 aprile 2007 dalla Conferenza dei Sindaci e diventato piano di programma per il territorio, impegna gli Enti Locali e le Amministrazioni Pubbliche ad affidare in convenzione alle cooperative sociali di tipo “B” operanti nell’area una quota di servizi finalizzati all’integrazione lavorativa di persone svantaggiate;

Ritenuto pertanto di sviluppare le indicazioni di cui sopra mediante l'affidamento a cooperativa sociale di tipo "B" del servizio di pulizia per il periodo 01/01/2008-31/12/2008 attraverso l’affidamento a cooperativa sociale al fine di promuovere iniziative volte all’integrazione nel mondo del lavoro di  soggetti svantaggiati;

Considerato, infatti, che l’inserimento lavorativo rappresenta per detti soggetti  la logica conclusione degli interventi riabilitativi precedentemente svolti ed il più delle volte l’unica possibilità di integrazione sociale, per cui il Comune di Castelfranco Veneto intende continuare ad offrire delle opportunità occupazionali che da una parte rispettino le esigenze sociali di inserimento negli organici di cooperative di soggetti svantaggiati e dall’altra rispondano a precise necessità di servizi dell’ente;

i n v i t a

le Cooperative Sociali di tipo B) aventi le seguenti specifiche ed inderogabili caratteristiche:

1) Cooperativa Sociale di Tipo B) che possa dimostrare di avere dei forti legami con il territorio di Castelfranco Veneto;

2) Cooperativa Sociale di Tipo B) che possa contare nel suo organico almeno il 30% delle persone svantaggiate;

3) Ininterrotta iscrizione all’Albo Regionale di cui all’art.5 L.R. 24/94;

4) Cooperativa Sociale di tipo B) che contempla tra le finalità del proprio Statuto lo svolgimento dell’attività del  servizio  di pulizia e sanificazione;

5) Coopertiva Sociale di tipo B) che si impegna a ricollocare gli operatori già impiegati nelle stesse attività oggetto della presente selezione.

a presentare domanda di partecipazione in carta semplice per l’eventuale affidamento del servizio di pulizia stabili comunali le cui caratteristiche sono specificatamente indicate nel capitolato d’appalto Copia del capitolato può essere richiesta al servizio Economato/Provveditorato (tel 0423/735561 — fax 0423/735579).

L’importo base per il servizio di pulizia stabili comunali per il periodo 1/1/2008-31/12/2008 è di € 134.094,20 + iva al quale vanno aggiunti € 1.240,00+ iva  presunti per interventi a chiamata pertanto l’importo a base di gara risulta di € 135.334,20 + iva

La domanda dovrà essere presentata a pena di esclusione all’Ufficio Protocollo entro le ore 12.00  del giorno  4 dicembre  2007.

Farà fede il timbro di arrivo all’Ufficio Protocollo.

Resta inteso che il recapito della domanda rimane ad esclusivo rischio del mittente ove, per qualsiasi motivo la domanda stessa non giunga a destinazione in tempo utile.

Non sono pertanto ammessi reclami in caso di mancato recapito o danneggiamento della domanda.

Criteri di aggiudicazione

Il servizio verrà aggiudicato con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa calcolata secondo i seguenti parametri:

Sarà ritenuta più vantaggiosa l’offerta che otterrà il punteggio più alto dato dalla somma dei due parametri.

Per l’attribuzione dei 10 punti si applicherà la seguente formula:

Migliore offerta economica presentata (prezzo più basso)

X = 10 x     ______________________________________________

Offerta economica della Cooperativa  in esame


Per l’attribuzione dei 20 punti secondo le indicazioni della lettera a-b i criteri saranno i seguenti:

a)  I LEGAMI CON L’AMBITO TERRITORIALE DEL COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO  -  Punti 10

Legami con l’ambito territoriale del Comune di Castelfranco Veneto, intesi quale titolarità di almeno 2 contratti stipulati con Enti pubblici, ditte ecc.riferiti a lavori di pulizia e sanificazione in edifici situati nel Comune di Castelfranco Veneto con un valore minimo annuale di € 30.000,00 + iva (riferiti ad ogni singolo contratto) e relativi al biennio 2006/2007;

I 10 punti verranno assegnati come segue:

da 2 a 4 contratti - Punti      5
da 5 a 7 contratti - Punti      7
oltre i 7                 Punti      10

b) LA CONSISTENZA NUMERICA DEGLI INSERIMENTI LAVORATIVI EFFETTUATI CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLA PROMOZIONE E INTEGRAZIONE DI PERSONE SVANTAGGIATE RESIDENTI NEL COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO - Punti 10

I 10 punti verranno assegnati come segue:

B1) promozione e integrazione di persone svantaggiate residenti nel Comune di Castelfranco Veneto - Punti  7
i punti verranno assegnati con il sistema proporzionale e precisamente:
7 punti verranno assegnati alla cooperativa che avrà indicato il numero maggiore di persone svantaggiate residenti nel Comune di Castelfranco Veneto inserite nell’ambito lavorativo,  il resto delle offerte  in proporzione;

B2) promozione e integrazione di persone svantaggiate (escluse quelle residenti nel Comune di Castelfranco Veneto)  - Punti  3
i punti verranno assegnati con il sistema proporzionale e precisamente:
3 punti verranno assegnati alla cooperativa che avrà indicato il numero maggiore di persone svantaggiate inserite nell’ambito lavorativo (escluse quelle residenti nel Comune di Castelfranco Veneto), il resto delle offerte  in proporzione.

c) L’ININTERROTTA ISCRIZIONE ALL’ALBO REGIONALE DELLE COOPERATIVE SOCIALI DEL VENETO O DI ALTRA REGIONE.
Elemento indispensabile a pena di esclusione

Castelfranco Veneto 14/11/2007

IL DIRIGENTE DEL SETTORE
ECONOMICO FINANZIARIO 
Dott. Carlo Sartore